Gombitelli

Chiesa parrocchiale di San Michele

 

     Il primo lavoro documentato all'interno di questa chiesa risale al 1594, quando il pittore Annibale Garbocci rilasciò all'operaio una ricevuta autografa per l'ammontare di 3 scudi "per resto di lavoro in chiesa". Nel 1603 fu costruito il portico davanti alla facciata. Dalla relazione del visitatore, risalente al 1660, apprendiamo che l'abside erarivolta a mezzogiorno ed era ancora riconoscibile l'impianto architettonico romanico. Una nuova chiesa, vicina a quella natica forse pericolante, era in costruzione nel 1679 e risultava ultimata nel 1686 tanto che il paese fu dotato di due chiese contemporaneamente. La descrizione della nuova fabbrica ci è pervenuta dalla visita pastorale del 1752: " La parrocchiale è composta di tre porte, una maestra che guarda il ponente e l'altra laterale con avanti un poco d'anditino ossia loggetta per entrarvi a settentrione, di misura di 31 braccia di vano in longo e da 13 in largo. Vi sono tre finestre, una sopra la porta maestra verso ponente e dui laterali, una verso il mezzogiorno e l'altra verso settentrione". La chiesa antica, ormai in disuso, servì come oratorio della Compagnia del SS. Nome di Gesù. L'attuale edificio è il risultato dei lavori di ampliamento verso il coro della seconda chiesa eseguiti nel 1858 e fu inaugurato il giorno di Pasqua: 24 aprile 1859.

Online dal 15 febbraio 2010

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione